21 marzo 2019

Non solo a Natale
Anche questo 2019 ci vede impegnati in Solidarietà in Guatemala e a Pavia. Il progetto in Guatemala prosegue con qualche difficoltà economica perchè.... la crisi, la paura del domani, il nuovo governo..... tutte queste cose insieme, hanno un peso e una loro importanza per cui la gente dona meno e poi, va detto con tutta sincerità, la Cooperazione Internazionale, l’aiuto per chi vive lontano, interessa meno. Chi dona  ci pensa bene a farlo preferendo finanziare ciò che per loro è più vicino, più controllabile. Comunque, noi continuiamo e lo facciamo sempre con molto entusiasmo perchè pensiamo che ne valga la pena e quando ci chiedono perchè lo facciamo, rispondiamo sempre nello stesso modo: Perchè no!!!! Aiutare conviene sempre!!!! In Guatemala, dicevamo, il progetto Comedor Infantil-Casa 4 luglio, prosegue le sue attività e nuovi microprogetti al suo interno si sono attivati. Uno su tutti l'autorizzazione da parte del Ministero dell'Educazione del Guatemala per aprire una scuola che possa dare una possibilità a chi vuole studiare di continuare a farlo anche dopo i sei anni delle elementari. Ad oggi il Comedor Infantil segue i bambini dai 5 anni ai 12 anni e terminato il ciclo scolare equivalente alle elementari, non essendoci una scuola media a Santa Gertrudis, i bimbi che vogliono continuare gli studi devono spostarsi nei paesi vicini con un aumento dei costi da parte delle famiglie per cui, spesso, i genitori, non potendoselo permettere fanno loro abbandonare gli studi. A gennaio son partite le prime classi dove, questi ragazzi, possono continuare a studiare. Il percorso di studi sarà all'interno del Comedor Infantil nella scuola che si chiama Colegio Tecnologico Solidaridad
Sostenere scolasticamente a distanza un ragazzi ha un costo annuo di 200 euro.
A Pavia continuiamo la nostra azione di solidarietà rivolgendoci alle persone anziane che frequentano l'ex comitato di quartiere sito in Borgo Ticino, con la presenza settimanale dell'Infermiere di Quartiere. Ma non solo: continua il percorso informativo/formativo con i ragazzi disabili che frequentano lo SFA, il Servizio Formativo all'Autonomia e da poche settimane abbiamo iniziato presso un Centro Diurno (IN&OUT) de la Casa del Giovane frequentato da senza fissa dimora di Pavia. Due belle esperienze che ci impegnano e insegnano che la Solidarietà è importante e va coltivata per poter continuare a rimanere solidali con chi non ce la fa. Tutto questo viene fatto gratuitamente, insieme a chi, come noi, crede che sia importante investire in Solidarietà per cui, molto umilmente, vi chiediamo di continuare a seguirci e sostenerci per poter continuare ad aiutare.
Come? Attraverso una donazione utilizzando l’IBAN del nostro conto corrente postale                        
(IT70 W076 0111 3000 0004 6330 429)
In Guatemala, l’aiuto che vi chiediamo è di darci una mano per finanziare una serie di microprogettualità che possono permettere al Comedor Infantl di continuare a rimanere aperto, non licenziare nessuno e continuare ad essere un punto di riferimento per la comunità-baraccopoli di Santa Gertrudis.
Nello specifico :
  • Progetto Bolsa Solidaria” dove con 10,80 euroal mese,129,60 all’anno si compra cibo (riso, fagioli, sale, pasta, incaparina, olio, latte in polvere e avena) per riempire una borsa da distribuire ad un anziano che vive nella baraccopoli di Santa Gertrudis. Gli anziani che usufruiscono di questo pacco alimentare sono 25 e il costo complessivo annuo è di 3.240 euro.
  • Progetto “Alimentazione”. Questo progetto ha un costo annuo di 10.402,80 euro garantendo a 40 bambini 1 pranzo per 6 giorni alla settimana dal lunedì al sabato.
  • 0,90 centesimi di euro è il costo di un pranzo singolo.
  • 21,6725 euro è il costo mensile per un bambino
  • 866,90 euro servono invece mensilmente per coprire le spese dei pasti dei 40 bambini
Una struttura come il Comedor Infantil-Casa 4 luglio funziona se ci sono persone che quotidianamente si impegnano, lavorando, per farla funzionare al meglio accogliendo i bambini, gli anziani e tutte quelle persone che sanno che è una struttura aperta a disposizione di chi ha un bisogno da soddisfare.
  • Con 206 euro al mese (2884 euro all’anno) si paga lo stipendio a RONAL RAMIREZ, responsabile della farmacia Sociale che si trova all’interno della struttura
  • Con 353 al mese(4942 euro all’anno) si paga lo stipendio di GENOVEVA PERALTA, la Segretaria della struttura che si occupa di tutta la parte amministrativa e organizzativa del progetto
  • Con135 euro al mese (1890 euro all’anno) si paga lo stipendio di DAIRIN ORTIZ, la cuoca della struttura
  • Con 227 euro al mese (3182euro all’anno) si paga lo stipendio di ZULMA AGUILAR, la maestra
  • Con 45 euro al mese (630 euro anno) si paga lo stipendio di CLEOTILDE MORAN, maestra di creatività
  • Con120 euro al mese (1675 euro all’anno) si paga lo stipendio di DOÑA ROSA, l’incaricata alle pulizie all’interno della struttura
  • Con 96 euro al mese (1340 euro all’anno) si paga lo stipendio di DAMARIS PICON, l’Infermiera della comunità di Santa Gertrudis
  • Con 161 euro al mese (2254 euro all’anno) si paga lo stipendio di SONIA SIMON SIMON, la dottoressa che tutti i sabati si occupa dell’Ambulatorio all’interno del Comedor
A Pavia stiamo finanziando il progetto “Infermiere di Quartiere”
  • Con 40 euro(2 ore alla settimana) si finanzia un’ora di lavoro dell’Infermiera presso il centro per Anziani che si trova in Borgo Ticino, uno dei quartieri di Pavia, presso lo SFA e presso il Centro IN&OUT
  • Con 200 euro(2 ore alla settimana) si finanzia un mese di lavoro dell’Infermiera presso il centro per Anziani che si trova in Borgo Ticino, uno dei quartieri di Pavia, SFA e presso il Centro IN&OUT
  • Con 2.080 euro si finanzia un anno di lavoro dell’Infermiera presso il centro per Anziani che si trova in Borgo Ticino, uno dei quartieri di Pavia, SFA e presso il Centro IN&OUT.
E il progetto “La musica non ha frontiere: Viaggio musicale tra l’America Latina
Di cosa si tratta? Con 200 euro si finanzia un concerto del maestro Massimiliano Alloisio,                                   (Chitarrista musicologo che comincia i suoi studi musicali di chitarra classica col Maestro Franco Brambati, approfondendo le tematiche della chitarra flamenca col Maestro Juan Lorenzo. Segue seminari coi Maestri Oscar Herrero, Miguel Rivera, José Postigo e Maurizio Colonna. Particolarmente attratto dalla composizione e dall’arrangiamento, si laurea all’Università di Pavia in Musicologia).
Lo spettacolo strumentale proposto si orienta sulla chitarra classica con ambientazione flamenca e latina, comprendendo composizioni originali e rivisitazioni del repertorio classico legato alla Spagna e al Sud America.
Il maestro Massimiliano Alloisio mette a disposizione gratuitamente la sua conoscenza musicale per una serie di concerti a favore dei nostri progetti in Guatemala e a Pavia. Viene richiesto solo l’ingresso ad offerta libera il cui ricavato finanzia i nostri progetti.
Questo è quello che facciamo e per continuare a farlo abbiamo bisogno dell’aiuto di chi crede che sia importante continuare a rimanere solidali.
Grazie e……questo è il nostro IBAN:IT70 W076 0111 3000 0004 6330 429.
Elisa, Giulia, Renza, Andrea, Ruggero
Volontari AINS onlus