24 luglio 2015

Infermieri pavesi più vicini alla gente

Sempre più vicini alla gente e più distanti da quel concetto che li vuole professionisti esclusivamente legati alla corsia e al letto del malato. Persone capaci di farsi conoscere anche per la loro passione nell’arte, nella poesia, nel teatro… Ecco il senso di quell’apertura maggiore alla città che gli infermieri del Collegio Ipasvi di Pavia stanno cercando di attuare con le loro iniziative. L’ultima di queste è stata la presentazione ai pavesi della rivista “Infermiere a Pavia”, edita appunto dal Collegio, diretta dall’infermiera Emanuela Cattaneo e composta da una redazione di infermieri impegnati in settori molto diversi tra loro.
La rivista è stata illustrata ai numerosi presenti mercoledì presso la Libreria “Il Delfino”. A fare gli onori di casa il presidente del Collegio Michele Borri e la direttrice Emanuela Cattaneo. E nell’incontro, moderato dalla giornalista pavese Daniela Scherrer, ci sono state due testimonianze intense da parte di Rosalia Speciale, infermiera libera professionista, che ha raccontato la sua scelta di dedicarsi al counseling e di Loredana Pavesi, infermiera a Malattie Infettive del San Matteo, che ha spiegato il progetto portato avanti da anni di entrare nelle scuole superiori a parlare di sessualità e di prevenzione di Aids. Un progetto voluto e sostenuto da Milena D’Imperio, vicepresidente della Provincia e assessore all’Istruzione, anche lei presente all’incontro e chiamata in causa per ribadire l’importanza di queste iniziative.
(24 maggio 2015,http://www.noimedianetwork.it/2015/07/infermieri-pavesi-piu-vicini-alla-gente/)

Nessun commento: