1 ottobre 2019

“SI PASSA E SI VA. I LUOGHI DELLA FRAGILITA’”-Mostra fotografica. Autore: Giuseppe Dezza.

Dal 9 novembre al 5 dicembre
Inaugurazione 9 novembre
Sala Convegni della Provincia Pavese, viale Canton Ticino 16, Pavia
SI PASSA E SI VA. I LUOGHI DELLA FRAGILITA’”
Mostra fotografica. Autore: Giuseppe Dezza.
“I luoghi della fragilità” è un percorso attraverso immagini fotografiche nei luoghi della fragilità presenti nella città di Pavia (mense di poveri, dormitori, servizi di assistenza a persone bisognose, piazze, luoghi abbandonati, centri diurni, ecc) che si pone l’obiettivo di risvegliare le coscienze e far riflettere.
La mostra è visitabile a ingresso libero tutti i giorni dalle 15.00 alle 19.00
Durante il mese ci saranno altri appuntamenti sul tema della fragilità a Pavia e nel mondo.
Per info: 339-2546932
Organizzato da A.I.N.S. onlus, in collaborazione con APS Presi nella Rete, Ass.Culturale Il Mondo Gira, Il Girasole di Travacò.
 
Da La Provincia Pavese del 25 settembre 2019                                                                
                                                                                                                                               Con le immagini scattate a Pavia da Giuseppe Dezza (fotografo italiano che vive negli Stati Uniti) sarà allestita una mostra sulla fragilità.« Abbiamo deciso di far conoscere alla cittadinanza i tanti luoghi del dolore e della sofferenza che sfioriamo tutti i giorni senza riflettere - spiega Ruggero Rizzini, presidente di Ains -. Dormitori, mense, la Casa del giovane, l'arsenale. Ci passiamo davanti e non pensiamo a chi vive lì. Dimenticandoci che il confine tra stare bene e stare male, tra povertà e benessere è molto sottile. Basta un nulla, come la perdita del posto di lavoro, che le persone sono costrette a rivolgersi alla Caritas, a chiedere il pacco di pasta. Noi con la Provincia Pavese vogliamo raccontare questi luoghi. E il nostro racconto passa attraverso le testimonianza di casi o soluzioni anche positive. Così, dopo l'inaugurazione con il fondatore della Casa della Carità di Milano don Colmegna e con don Franco Tassone, vogliamo proporre le esperienze di cooperazione di Ayamè e Italia Uganda. Per tornare a riflettere sul senso della cooperazione. Con Giorgio Casagranda, di Trentino solidale, vogliamo raccontare un'esperienza positiva. Partendo dalla distribuzione dei pacchi alimentari è nata un'autentica multinazionale della bontà».

Nessun commento: