5 febbraio 2008

Sabato pomeriggio (25 gennaio 2008)

scritto da Emanuele Chiodini [ins onlus]

Ains e Incontramondi hanno organizzato presso la Biblioteca Comunale di San Martino Siccomario un incontro dal tema: "Una solidarietà intelligente". Si è trattato di un'iniziativa culturale in cui è stato presentato il libro che ha dato origine all'appuntamento. E' stato un momento di approfondimento sui temi della solidarietà, della giustizia e della pace insieme all'autore del libro che era presente in veste di relatore. Il suo è stato un intervento dialogico con il pubblico presente composto - potremmo così definirlo - "da addetti ai lavori"; persone dunque fortemente motivate e interessate circa le tamtiche trattate. Adriano Sella è un missionario saveriano che ha lavorato in Amazzonia per 12 anni e dove è stato anche responsabile della commissione giustizia e pace della conferenza episcopale del nord del Brasile. Nel sub-continente brasiliano è stato assistente spirituale delle comunità di base e ha accompagnato l'impegno del movimento dei senza terra per la riforma agraria. Rientrato in Italia nel 2002, svolge attualmente il suo ministero presso la diocesi di Padova dove è responsabile dell'ufficio per la pastorale sociale del lavoro, giustizia e pace e per la salvaguardia del creato. E' un profondo conoscitore dei temi dell'etica sia in campo sociale che teologico.Una solidarietà per essere intelligente deve sapersi mettere in discussione. Bisogna operare dei cambiamenti nel nostro modo di pensare la realtà che ci circonda, allargare i nostri orizzonti verso un cambiamento radicale negli stili di vita. E' necessario ritrovare nuove coordinate per l'interpretazione del mondo. Chi opera a favore dei più bisognosi, soprattutto se si tratta di popolazioni del Sud del mondo, non può esimersi nel ricercare strategie nuove e efficaci per operare interventi sempre più duraturi e incisivi.Allora bisognerà passare da un concetto di solidarietà intesa come elemosina o assistenza verso un dato generatore di giustizia ed equità. Una solidarietà che riesca a sradicare le radici del male e rimuovendone le cause senza limitarsi ad alleviare solamente le sofferenze; che sappia creare rapporti paritari tra i popoli della terra; che possa un giorno liberarsi dal potere del denaro e valorizzare le risorse locali umane ed economiche. Una solidarietà infine che può divenire una leva per generare nuovi stili di vita. Questi, in estrema sintesi, gli argomenti trattai in un pomeriggio trascorso troppo in fretta.Altri testi di riferimento di Adriano Sella sono: "Miniguida dei nuovi stili di vita" e "La Giustizia", (Monti Editore, per entrambi) quest'ultimo con la prefazione del notissimo missionario Alex Zanotelli. Il quale afferma: " Grazie Adriano per quello che hai fatto e che stai facendo. Sentiamoci in profonda sintonia, perchè stiamo compiendo, tutti insieme, dandoci una mano, quello che il Signore chiede a noi missionari di oggi: essere missionari nei sotterranei della vita e della storia, camminando a fianco dei poveri, ma anche nel cuore delle città del Nord del pianeta, contestando questo sistema, proponendo un'alternativa e creando le reti che porteranno lentamente alla costruzione di un mondo che sia differente da quello che abbiamo fra le mani".Una solidarietà intelligente. Per vivere da cittadini consapevoli e da cristiani responsabili.

Nessun commento: