28 febbraio 2012

Giovanni Porzio, "Un dollaro al giorno"

"Forse li avete visti in televisione. Di sfuggita, per alcuni istanti, tra le dichiarazioni del premier di turno e un servizio sulle sfilate di moda. Dal vivo, da vivo, è un'altra cosa...Ne ho visti a centinaia. Morti per fame, guerre, malattie. Eppure dovremmo sapere che nel mondo globalizzato i nostri destini s'incrociano. Che le economie dell'Asia, dell'Europa e delle Americhe sono interdipendenti. Che le variazioni dei corsi dell'euro, del petrolio e delle materie prime si ripercuotono sui nostri stili di vita. Che i flussi migratori causati dai conflitti, dalle carestie e dallo sviluppo disuguale stanno trasformando le società in cui viviamo".

A tutt'oggi, un miliardo di esseri umani vive con un dollaro al giorno. Più di 3 miliardi con meno di 2,5 dollari. Un miliardo di persone non sa né leggere né scrivere. Sono stati questi sconcertanti dati a indurre Giovanni Porzio a creare un racconto in presa diretta, la cronaca di un viaggio al termine della notte lungo l'Asia, l'Africa, il Medio Oriente e l'America Latina. Obiettivo, concentrare almeno una volta i riflettori su quella parte di umanità che i mezzi di informazione e la superficie delle coscienze del Primo Mondo eludono: i bambini di Gaza senza sogni, i drogati che dormono nei contrafforti di pietra del fiume Kabul, le schiave del sesso di Dharamganj. Testimoniare che cosa significhi lo sviluppo ineguale del pianeta per tante vite dimenticate. Ma soprattutto, aiutare a comprendere i meccanismi che producono i drammi del presente, l'aumento dei costi energetici e dei prezzi dei generi alimentari, la crisi finanziaria internazionale e lo sviluppo squilibrato dell'economia globalizzata. Perché intelligenza e solidarietà possono e devono ancora prevalere, provocando un cambio di rotta radicale in un futuro improntato a una condivisione più equa dei beni primari come acqua, cibo ed energia.


Brossura: 235 pagine
Editore: Tropea (febbraio 2012)
Collana: I Narratori
Lingua: Italiano
ISBN: 978-88-558-0201-7

http://www.giovanniporzio.it/

Nessun commento: