23 aprile 2011

Vittorio Arrigoni....lettera alla PROVINCIA PAVESE e a IL TICINO

Gentile Direttore,
Non possiamo esimerci dal ricordare Vittorio Arrigoni. Non ci interessano le solite
commemorazioni piene di orpelli e di ufficialità, piene di parole già dette e scritte; non ci interessa seguire un copione preordinato, i vecchi giornalisti, esperti del mestiere direbbero, 'fare un coccodrillo'. Non e'nemmeno il momento delle lacrime.
Del dolore sì, della rabbia.
Di chi va per il mondo per portare una presenza e una parola di pace, di solidarietà e di impegno e gli viene impedito di continuare in quest'opera di fraternità grazie alla follia dell'odio e della prevaricazione. Quella dei soliti, quella di chi, potere costituito o fondamentalista di professione, non vuole, si oppone fermamente, non ha interesse che il mondo trovi una via d'uscita di giustizia e pace. Ha interesse, invece, a mantenere uno 'status quo' basato su rapporti di forza sbilanciati a base di dipendenza e assoggetamento economico.
Di chi va per il mondo ed è lasciato solo a se stesso, senza più coperture pubbliche o politiche.
Benedetto il tempo in cui esisteva il concetto di 'Internazionalismo'.
Solo, con la sua buona volontà e le sue valigie piene di buone intezioni.
Soli, ma in una rete sempre più fitta di nuove relazioni che nel mondo attendono di essere collegate e rivelate affinchè da questo sistema fondato sullo sfruttamento e sul denaro accumulato si possa uscire definitivamente. Fondato sulle armi, la violenza e la guerra.
Fondato su un nulla che potrebbe portare non tardi a processi autodistruttivi del pianeta e dell'umanità.
Vittorio Arrigoni era uno di noi; semplicemente credeva in quello in cui crediamo noi, in quello che credono ancora molti.
Moni Ovadia ricorda bene tutto cio' con un articolo particolarmente significativo apparso su 'L'Unità' di oggi a cui volentieri rimandiamo. Per meditare, per pensare.
E quest'Italia, intristita da altre vergognose questioni e con un'opinione pubblica ormai incapace di discernere di avere un senso critico della realtà, che dice? Che fa?
Forse continuerà ad incollarsi al piccolo schermo per guardare il 'reality' di turno, magari credendo di trovarsi su un'isola tropicale insieme a personaggi 'famosi', o in una casa dai mille comfort dove pero' il dileggio e la maleducazione sono l'ordine del giorno, allo stesso tempo sublimati da una patina di lusso arrogante che, nei fatti, è 'immagine più sensibile della noia.
La realtà ' è 'avanti' diceva Gaber, il maestro.
Ma non è quella che trasuda dal nostro italico e drogato piccolo schermo. Quanto di più bugiardo e manipolato possa esserci.
La realtà sono le aldee dell'Honduras e del Guatemala che noi conosciamo bene dove vivono migliaia di campesinos, con una cascata di figli da mantenere, con un dollaro al giorno.
I campesinos non possono permettersi ne' la 'cueva' ne' telecamere compiacenti.
La realtà e' Gaza dove Vittorio operava. Ce lo ricorda bene Héssèl autore di 'Indignez-vous', nell'ultima parte del suo importante libello. Da leggere e meditare, come Moni Ovadia.
La realtà non è un 'reality'.
Spegniamo una volta per sempre questa televisione stupida e volgare e volgiamo il nostro sguardo e le nostre forze verso la realtà quella vera, quella difficile, quella da ricostruire, quella dei 'beati gli operatori di pace', e dei 'miti' che avranno in eredità la terra, quella che va ritrasformata e bonificata con gli eterni e uiversali criteri di uguaglianza e solidarietà.
Quelli che si incarnano nelle persone come Vittorio Arrigoni.
Per restare umani, già.

Luisa Biani e Claudo Braga, Di Loreto Vittoriano, Gallo Lucia, Adriano Arenghi, Chiara Viola, Zocchi Giuseppina, Faini Silvestro, Malvasi Concetta, Vanzati Franco, Aurelia, Guglielmana Barbara, Cristina Caria Covini, Albrigoni Mario, don Edo Peviani, Aurelia, Braga Beppe, Cocco Nicola, Mascia laura, Elena Borrone, Giancarlo Gatti, Duilio Loi, Gipo Anfosso
Arci Pavia
Auser Gambolò
AUSER Comprensoriale di Pavia,
Associazione Babele onlus
Associazione Ains onlus
Associazione Incontramondi
Energetica, associazione di promozione sociale
Associazione Ci Siamo Anche Noi
Associazione "CentrAure"
Nursing in Movimento

Nessun commento: