20 maggio 2011

La banda di Montù domani suona all’Archivio di Stato

Nel pomeriggio sarà inaugurata la mostra dedicata all’Unità d’Italia attraverso le carte



PAVIA. Quella di domani sarà una giornata di festa per l’Archivio di Stato di via Cardano 45. Nel chiostro alle 16 sarà inaugurata la mostra “Il preludio all’Unità d’Italia attraverso le carte d’Archivio a Pavia e Landriano tra il 1848 e il 1849” (si potrà visitare fino al 5 giugno e osserverà i seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 9 alle 17; sabato, domenica e giovedì 2 giugno dalle 15 alle 20). Alle 21 si esibirà invece il Complesso Bandistico Montuese diretto da Franco Garbarini che regalerà al pubblico una piacevole serata musicale. La serata si è potuta organizzare grazie alla collaborazione gratuita del Gruppo di Lavoro composto, oltre che dall’Archivio di Stato di Pavia, da Ains e dal Complesso Bandistico Montuese, dal Centro Servizi di Volontariato di Pavia e provincia. Il Complesso Bandistico Montuese vanta origini che risalgono alla fine dell’ Ottocento; il passato più recente rimanda all’anno 1976 quando il gruppo musicale riprende la sua attività dopo anni di silenzio. Il maestro Franco Garbarini oltre che dirigere il Complesso Montuese è presidente Provinciale A.N.B.I.M.A (Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome). Il Complesso Bandistico è una Associazione non a scopo di lucro, che si impegna a diffondere e promuovere la cultura musicale in un ambiente gestito da persone con passione e professionalità si prodigano per il mantenimento di una importante tradizione. Ma all’Archivio di Stato domani i riflwttori si accenderanno anche su di Ains Onlus, un’organizzazione nasce sulla spinta di un gruppo di professionisti, di aggregarsi ad una filosofia, il Nursing Sociale. Con questo termine si vogliono intendere tutti quei principi che accomunano e sono fondamento delle professioni al servizio della persona, quali solidarietà, socialità e attenzione verso tutte le categorie svantaggiate per dare vita ad un insieme di iniziative finalizzate a stimolare nell’opinione pubblica la riflessione su queste tematiche e a formulare ipotesi di interventi concreti.


la provincia pavese, 20 maggio 2011

Nessun commento: