3 settembre 2010

Hola compañeros!: notizie dal Guatemala (Buenas nuevas parte terza)

Oggi vorrei raccontarvi ciò che è accaduto lunedi.
La mattina siamo andati per una normale attività di controllo in una comunità a circa un paio d'ore da El Rancho ma al ritorno ci siamo imbattuti in una brutta sorpresa.
Già dalla cima della montagna vedevamo nubi basse e decisamente scure cariche di pioggia ma mai e poi mai avrei pensato ad una cosa simile.
Giunti in pianura l'autista ha frettolosamente coperto il cassone del pick up dove ci trovavamo con un apposito telo, giusto in tempo per evitare di essere completamente travolti dalla pioggia.
Una situazione spaventosa, l'acqua cadeva a secchiate ed ha proseguito cosi per circa due ore impedendoci di rientrare in ufficio e costringendoci a sostare nella casa di un conoscente di Alvaro.
Le strade erano un fiume in piena, c'era una spanna d'acqua e i tuc tuc non riuscivano a superare i dossi rallentatori perchè scivolavano pericolosamente.
Gli stessi abitanti hanno sottolineato come nemmeno la notte della tormenta Agatha ci fosse una pioggia cosi forte.
Fortunatamente dopo circa 2 ore tutto terminò e, almeno qui a El Rancho, non ci sono stati particolari danni.
Ho saputo però che in altri luoghi del Guatemala ci sono stati enormi danni e sono decedute diverse persone.
Ho cercato di comprendere quali similitudini ci potessero essere con l'uragano, ma apparentemente i fenomeni sono differenti perchè con Agatha la pioggia era meno forte ma durò diversi giorni senza dare tregua.
Ascoltando poi i racconti delle famiglie che hanno perso tutto si può comunque comprendere e leggere nei loro occhi la paura e il terrore per ciò che hanno vissuto.
Un grosso spavento anche per me.




Hasta pronto compañeros!!!
Luca

Nessun commento: