20 marzo 2010

Salvador, il 24 marzo giornata nazionale Mons. Romero

Con 56 voti favorevoli su 84 deputati che compongono l’Assemblea Legislativa di El Salvador, è stato approvato il decreto legislativo che dichiara il 24 marzo come “Giorno di monsignor Oscar Arnulfo Romero y Galdamez”.


L'iniziativa era stata presentata il 23 febbraio 2010, nel quadro del trentesimo anniversario dell'assassinio di Mons. Oscar Arnulfo Romero, dalla Commissione presieduta da Padre Ricardo Urioste, della Fondazione Romero, composta da diverse organizzazioni sociali e religiose del paese. L'Arcivescovo Romero venne assassinato il 24 marzo 1980 dagli squadroni della morte, dei quali molti rappresentanti fanno oggi parte del principale partito di opposizione, l'Alleanza Repubblicana Nazionalista, AReNa.
L’approvazione della Giornata dedicata a Mons. Romero è stata resa pubblica nel quadro della celebrazione della Giornata di Preghiera e della Giornata Internazionale della donna, tenutasi il 5 marzo in una cappella della capitale, e ha generato reazioni contrastanti: la Chiesa e i fedeli hanno applaudito l'iniziativa con molta gioia, mentre i media e i partiti di destra hanno appena citato la notizia.
Il principale esponente del nuovo partito in formazione "Grande Allianza Nazionale" (Gana), Guillermo Gallegos, in precedenza membro dell'Alleanza Repubblicana Nazionalista (AreNa), ha dichiarato di aver votato a favore del decreto riconoscendo che la vita e l'opera pastorale del Vescovo ha superato le frontiere del Paese e ha lasciato il segno, inoltre perché ritiene ormai necessario chiudere questa tragica vicenda con una riconciliazione.
Per il 30° anniversario dell’assassinio di Monsignor Romero sono state organizzate una serie di attività a livello locale e nazionale: veglie di preghiera, incontri, marce e Sante Messe. La Santa Messa del 20 marzo sarà presieduta dal Cardinale Arcivescovo di Guatemala, Rodolfo Quezada Toruño, e dall'Arcivescovo di San Salvador, Mons. José Luis Escobar Alas. Un'altra Eucaristia, il 24 marzo, sarà presieduta da Monsignor Samuel Ruiz, Vescovo emerito di San Cristobal de las Casas (Chiapas, Messico).

Fonte: Agenzia Fides www.fides.org

Nessun commento: