26 luglio 2009

Arrivano 140mila euro per i volontari pavesi

Approvati dodici progetti, Moggi (Csv): «Boccata d’ossigeno»

PAVIA. Sono dodici i progetti pavesi (dei 28 presentati) che hanno ottenuto il finanziamento del Bando sulla coesione sociale che Fondazione Cariplo, i Centri di Servizio per il Volontariato (tra cui quello di Pavia) e il Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato in Lombardia hanno lanciato lo scorso novembre. Grande interesse da parte del volontariato lombardo in generale, che ha presentato nel complesso 360 progetti, di cui 164 ammessi al finanziamento. I progetti pavesi, che godono di un finanziamento di ben 140 mila euro (circa 14 mila per ognuno), sono stati ideati da: Volontari e Amici della Fondazione Exodus, Associazione Pavese Parkinsoniani, Lipu, Ains, Auser, Associazione per i Consumi Etici e gli Stili di Vita Solidali, CuoreClown, Caritas di Vigevano, Legambiente Circolo «Terre d’Acqua», La Barriera, Babele e Uildm. Nell’insieme sono di 2,15 milioni di euro i contributi, provenienti dal Fondo speciale per il volontariato che verranno erogati nei prossimi mesi. Al centro degli interventi finanziati, immigrati, senza tetto, bambini e adolescenti in difficoltà, anziani, disabili e persone fragili. I vari progetti vedranno, tra le altre iniziative, l’organizzazione di eventi musicali che vedranno coinvolte anche persone affette dal morbo di Parkinson, la creazione di gruppi di acquisto solidale, percorsi di animazione con bambini e sinti. Il tutto, per raggiungere i due obiettivi proposti dal bando stesso: la promozione del volontariato e l’avvicinamento della popolazione, in funzione della coesione sociale. La fase operativa dei progetti, subito finanziati per il 70% dei costi preventivati, prenderà il via ad ottobre. La chiusura sarà entro 12 mesi successivi: «In un momento di crisi come questo - ha spiegato Alice Moggi del Centro Servizi di volontariato di Pavia - un bando del genere è molto prezioso per le associazioni, dato che anche le fondazioni risentono della crisi. Penso sia una boccata d’ossigeno anche per l’organizzazione di eventi che portino beneficio alla comunità locale». I Csv metteranno a disposizione la loro esperienza nella gestione di processi progettuali e di programmazione delle attività per tutte le associazioni che hanno visto finanziato il loro progetto. Per consulenze: Csv Pavia, tel. 0382.526328 o mail: consulenza@csvpavia.it. L’elenco completo dei progetti è on line sul sito: www.bandovolontariato2008.it.
(mi.can.- La Provincia Pavese, 25 luglio 2009)

Nessun commento: