16 luglio 2009

Sobrietà....insieme alla giusta Trasparenza.....un po' di informazioni di vita associativa....

È importante raccontare quello che facciamo ma anche rendicontare.
Per questo motivo abbiamo deciso di informarvi riguardo la situazione economica di Ains nei primi 5 mesi del 2009.
Nel mese di Gennaio abbiamo speso 11,40 euro destinati a commissioni postali per la tenuta del conto corrente; 84 euro sono serviti per acquistare francobolli per spedire “Compagni di Viaggio”, il nostro foglio notizie, e 2160 euro per il progetto di Mazatenango prontamente inviati in Guatemala.
Febbraio è stato un mese tranquillo: solamente 6,60 euro di commissioni postali e 50 euro per l’affitto annuale della casella postale n. 138.
Anche a Marzo nulla di particolare: 8,00 euro di commissioni postali e 60 euro per l’acquisto di francobolli.
Siamo soliti utilizzare internet per informare i nostri sostenitori tramite posta elettronica; ovviamente chi non dispone di questo strumento deve essere informato via posta ordinaria onde per cui ecco motivato l’acquisto dei francobolli.
Ad Aprile abbiamo avuto le mani bucate: 5,6 euro di commissioni postali, 2,00 euro di bonifico postale per il pagamento di 163,80 euro a seguito dell’acquisto, intorno a Natale, di 100 panettoncini con gocce di cioccolato regalati dall’amministrazione comunale di San Martino Siccomario (PV) ai bambini delle scuole elementari e medie in occasione delle Festività 2008-09.
Queste spese sono state rimborsate interamente, compresi i 2 euro di bonifico, dall’amministrazione comunale.
112,00 sono stati invece gli euro spesi per l’acquisto di altri francobolli.
Maggio tranquillo: 6,20 euro di commissioni postali e 100 euro impiegati per pagare il costo di una stanza d’albergo presso l’Hotel Plaza di San Martino Siccomario (PV) a Pippo Tadolini, medico ginecologo di Ravenna oltre che presidente dell’associazione Rekko 7 da diversi anni, come noi, presenti in Guatemala.
Pippo è stato nostro ospite invitato per raccontarci la sua esperienza laggiù.

Per realizzare i progetti di solidarietà in Guatemala in collaborazione con l’associazione Moises Lira di cui è Presidente il professor Alvaro Aguilar che abbiamo ospitato a San Martino nei primi 15 giorni di Maggio, occorre denaro, non possiamo nasconderlo.
Fortunatamente non mancano (ma non mettiamo limiti di numero...) amici e sostenitori che ci danno la possibilità di continuare: un passo alla volta, due passi avanti e uno indietro con umiltà, la collaborazione con gli amici del Guatemala continua. Insieme abbiamo realizzato tante cose e insieme andiamo avanti con idee, proposte condivise e una creatività che elaborata diventa progettualità.
Insieme, soprattutto a chi versa quotidianamente piccoli contributi ai progetti e, di questo vogliamo informarvi, cioè quanto denaro è stato versato sul conto corrente postale di Ains da Gennaio a fine Maggio.
Prima di tutto, però, vogliamo dirvi che al 31 dicembre 2008, il saldo attivo sul c/c è stato di 29300,73 euro.
Perché così tanti soldi sul conto a fine anno?
È presto detto: attraverso una prudente gestione dei fondi, abbiamo finanziato l’anno scorso tutti i progetti e registrato, con ciò, un avanzo di cassa di 29300,73 euro.
Questo grazie ai tanti sostenitori che ci hanno seguito dandoci fiducia.
Avremmo potuto e dovuto, come devono fare tutte le Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale), arrivare al 31 dicembre con un saldo pari a zero euro.
Avremmo potuto. Sarebbe bastato chiedere ad Alvaro di inviarci una serie di progetti da finanziare per poter impegnare i soldi in eccedenza. Non l’abbiamo fatto in quanto riteniamo, come associazione, che sia un errore distribuire fondi a pioggia senza una precisa finalità.
In 10 anni di esistenza Ains ha cercato di progettare il quotidiano arrivando a lavorare con progetti seri, fattibili e che potessero essere utili alle comunità locali di alcune aree del Guatemala profondamente segnate dalla povertà, soprattutto quelle a insediamento indigeno.
Per costruire tutto questo abbiamo sempre, (grazie al preziosissimo lavoro di Alvaro), proceduto con molta prudenza: quando era il caso investivamo il denaro, - mai inteso come "nostro" - ma frutto della vostra solidarietà.
Quando invece la proposta non ci convinceva, aspettavamo fino all'arrivo della giusta occasione.
L’anno scorso c’è stato un avanzo che sicuramente utilizzeremo nel corso del 2009, qualora i progetti presenteranno determinate caratteristiche di fattibilità e utilità comunitaria.
A fronte di quanto fin qui espresso: a Gennaio sono stati accreditati sul conto dell’Associazione 10953,01 euro, a Febbraio 1132 euro, a Marzo 8102,10 euro, ad Aprile 390,80 euro, a Maggio 1081 euro.
Fondi che saranno impegnati per finanziare il comparto del sostegno scolastico a distanza e altri microprogetti ad oggi in corso d'opera o da concretizzare nell'immediato futuro.

Ainsonlus

Nessun commento: