29 agosto 2010

Hola compañeros!: notizie dal Guatemala

Carissime amiche ed amici, sabato 21 agosto, con il solito aereo delle 8, è partito da Linate alla volta del Guatemala un nostra caro amico e sostenitore: Luca Rossi. Milano-Madrid-Città del Guatemala...una vecchia conoscenza, ormai, questo percorso aereo e che costituisce l'effettiva realtà del verbo 'andare' , misura del viaggio attraverso le nuvole dell'Oceano Atlantico per raggiungere le coste del Nuovo Mondo. Anche per Luca non è una prima volta. E' un ritorno. Un gradito ritorno - dopo il viaggio di Marzo di Emanuele e Anna - a visitare i luoghi dove Ains promuove e realizza i proprii progetti di solidarietà. Noi,è inutile dirlo, siamo pieni di nostalgia. Di senso d'attesa spiegato a immaginare, a breve, di essere là, e che conta i giorni per un altro nostro ritorno. Vorremmo, tutti, essere sopra l'aereo insieme a lui. Speriamo solo che la nostra attesa sia breve... Per ora accontentiamoci di leggere ciò che Luca ci scrive….

Hola compañeros!
Finalmente riesco a trovare un po' di tempo per scrivere.
Come ben sapete sono venuto subito a El Rancho ed ho trovato una situazione climaticamente differente da quella che mi ricordavo perchè, fa sempre caldo, ma piove spesso e forte, ma nonostante questo dal mio arrivo non ho ancora visto scendere una goccia d'acqua dal rubinetto e si continuera` cosi ancora per parecchio tempo.
Inizio dai danni dell'Uragano Agatha: spaventoso e terribile vedere come sono ridotti i pali in ferro del ponte, sono tutti aggrovigliati, i basamenti in cemento sono mezzi rotti. Con Madre Lucita abbiamo percorso la parte che costeggia il rio seguendo la linea della ferrovia. Ho ascoltato i racconti di alcune persone che si trovavano li quella notte (tra cui donna Julia che ora è malata e non lavora più) e si vedeva ancora il terrore nei loro occhi.Alcune case non ci sono piu` ed in particolare alla scuola ho visto velocemente i bambini che hanno perso tutto (pero' li incontrerò con la famiglia piu' avanti.Le case ancora in piedi sono veramente messe male, ne ho vista una che si trova a strampiombo sul rio, fatta di pali e terra occupata da una famiglia estremamente povera. Presumo che se dovesse piovere forte e con molto vento rischierebbero seriamente di fare una caduta di circa 15 metri ed andare direttamente nel rio che e` tutt'ora alquanto pieno con una corrente veramente forte.Questa era la prima cosa che mi premeva dirvi.
Domenica ho seguito la prima delle due giornate della salute in 2 aldee.
La strada per arrivarci e' spaventosa, peggio del peggior Colmenas.
La povertà è presente, ahime', in maniera consistente ed in un'aldea dove Alvaro ha appena iniziato a lavorare (7 mesi) ci sono 5 casi di bambini denutriti.
La giornata della salute è fondamentale perchè lo stato li ha completamente dimenticati.
Lunedi sono stato tutto il giorno alla scuola, sia al mattino che al pomeriggio salutando e abbracciando i bambini. Hanno cantato canzoni, ringraziato, abbracciato.
Ieri sono andato a vedere il terreno donato per il centro nutrizionale. Ho parlato con Alvaro e mi ha chiarito un pó le idee. Non vuole limitarsi ad una mensa bensi’ vuole essere un piccolo centro per anziani, all'interno del quale vuole anche inserire una piccola farmacia e anche un piccolo centro di studio per lo sviluppo alimentare.
Il terreno ha le dimensioni di 25 x 30 metri; accanto c'è un terreno in vendita che vorrebbe acquistare. Mi ha però specificato che ci sarà un'unione di forze perchè coinvolgerá in questo progetto Ains, una associazione spagnola e i cavalieri di Malta che si sono giá impegnati nelle fo rniture di cibo. Non ho ben capito se ci sará anche l'intervento del Cfca.
Penso di aver scritto abbastanza, il programma è cambiato rispetto alle previsioni per impegni improvvisi di Alvaro cosi il programma di giovedi salta e alla giornata di salute di Colmenas lui non potrà venire però io andrò cmq insieme ai ragazzi del Cfca che lavorano di bestia e veramente bene.Fo` il modo di aggiornarvi costantemente.

Luca

P.s. Da solo non mi lascia andare da nessuna parte, sono sempre accompagnato da qualche ragazzo del Cfca, perché la delinquenza è aumentata (anche madre Lucita non mi ha mai lasciato solo un attimo)

Nessun commento: