22 settembre 2008

Linea diretta col Guatemala: due lettere a noi indirizzate e pervenute alcune settimane fa scritte da Madre Antonieta Leon Coloma

Ecco la prima:

"Ringrazio l’associazione Ains Onlus per l’aiuto offerto alle bambine e alle ragazze della Casa Santa Maria del Gesù di Mazatenango. Invio questa piccola relazione circa lo stato di salute delle nostre ospiti. Nella Casa esiste un regolamento interno nel quale è contemplato che (per il buon funzionamento della struttura) le ragazze, coadiuvate da giovani consorelle, ruotino e svolgano tutte le mansioni previste affinchè imparino a realizzare tutti quei piccoli compiti attinenti alla vita della Casa stessa. Ogni settimana si compra verdura, carne e altri alimenti che si utilizzano durante lo stesso periodo. In questo modo si riesce a garantire un accettabile livello dello standard nutrizionale dei pasti somministrati. Quando bambine e ragazze entrano alla Casa, generalmente non godono di uno stato nutrizionale sufficiente. Migliorando l'alimentazione dopo circa tre mesi si possono osservare cambiamenti radicali nel loro equilibrio psico-fisico. Alle ospiti della Casa viene fornita una assistenza medica per mezzo di due medici sposati e benefattori dell'Hogar. Grazie al loro sostegno e con gli strumenti previsti dal progetto di salute recentemente approvato dalle autorità locali vengono effettuate vaccinazioni, esami, si prescrivono ricostituenti e vitamine; si stabilisce inoltre una corretta dieta a base di latte, uova, frutta, cereali e altri alimenti procurati anche con il loro aiuto.Col tempo si sono potuti migliorare alcuni ambienti dell’edificio per permettere una migliore convivenza di tutte noi, suore e ragazze, durante i pranzi. Stiamo cercando di sfruttare i terreni intorno alla Casa per organizzare una serie di coltivazioni da cui trarre prodotti naturali come: banane, castagne, yucca, cacao, chipilin(una verdura silvestre), carambola e limoni. Questa operazione va inquadrata in un tentativo di limitare le dipendenze economiche della Casa per l'aquisto dei generi alimentari provenienti della terra. Nuovamente esprimo a voi tutti la mia gratitudine. Vi aspettiamo a novembre in modo tale che possiate verificare i frutti del vostro aiuto. Molte grazie per il vostro aiuto a favore dei bambini del Guatemala. Questa Casa manda un saluto fraterno a tutti i nostri amici, Ruggero, Giulia, Claudia, Emanuele, Elisa, Maria Grazia, Conchita, Silvestro, Taqui e a tutto il gruppo dei Clawns e anche a tutti coloro di cui non ricordo il nome ma che sono e rimangono nei nostri cuori

Dio vi benedica sempre , Madre Maria Antonieta León Coloma


Ecco la seconda:

Grazie all’aiuto dei nostri amici italiani di Ains, abbiamo ricevuto il sostegno economico per assistere psicologicamente le bambine della Casa. La dott.ssa Clarissa (una giovane laureata in psicologa) è l’incaricata ad assistere le bambine e di seguire il loro processo di crescita psico-fisica. Le bambine arrivano alla Casa per differenti motivi.Tra questi: abuso sessuale da parte del padre, del padrino o dello zio; maltrattamenti famigliari in genere; abbandono (bambine orfane),povertà o altri fattori socialmente rilevanti. Si stabiliscono sessioni di gruppo o, a seconda dei casi, sessioni individuali.Si è creato un ambiente di fiducia, responsabilità, perdono e risanamento delle ferite che avevano generato, a suo tempo, un alto livello di aggressività nelle bambine. Si sono stabiliti periodi di vacanza durante i quali le bambine possono fare rientro, laddove si presenta una situazione familiare normale e sotto controllo, alle loro abitazioni originarie. Durante l'anno scolastico si opera per stimolare in loro l’amore per il lavoro, lo studio, l’arte, la musica e lo sport. Le attività dela nostra Casa sono state anche riprese dalla televisione del Guatemala. Bambine e suore, nell'occasione, hanno spiegato i programmi didattici e di formazione che vengono perseguiti all'Hogar. Questi gli obiettivi raggiunti:una autostima equlibrata Un atteggiamento piu docile, aperto, altruista, suffragato da sani ideali e da chiari obiettivi da raggiungere Si sono sviluppati valori quali, spirito di servizio, altruismo, solidarietà e fratellanza. Si è registrato un miglioramento nello studio. Le ragazze hanno compreso l'importanza di specializzarsi in una professione specifica che permetta loro di realizzarsi culturalmente ed economicamente Giova infine ricordare che alcune ragazze che hanno subito gravi abusi devono sostenere una serie di colloqui e udienze presso i dipartimenti di giustizia. Questi fatti provocano in loro, spesso, traumi molto forti. Per cui, in questi casi, si lavora molto su temi come: La famiglia, la dignità della persona, la sessualità, l’amore per Dio e il perdono, i valori , la personalità (temperamento e carattere), la leadership positiva , la società, l’autostima , libertà e dissolutezza , il lavoro e lo studio. Sono tematiche che a loro interessano e che sono trattate per favorire la loro crescita integrale. A nome delle bambine e delle ragazze della Casa, ringrazio profondamente tutti voi per il grande affetto che ci donate e ho fiducia, spero e prego perche' Dio vi ricompensi il cento per uno di tutti i vostri sforzi.

Con Gratitudine, Madre Antonieta León Coloma.

Nessun commento: